Licenziata per tumore: reintegrata

Come promesso da don Pierluigi Ondei il Piccolo Cottolengo Don Orione di Milano, di cui è direttore, ha reintegrato Giuseppina Bruzzano, la lavoratrice licenziata lo scorso 30 aprile che aveva denunciato come "il provvedimento fosse stato preso perché un grave tumore le aveva imposto alcune limitazioni". La storica istituzione religiosa di assistenza agli anziani, rende noto con "soddisfazione" il Sindacato generale di base (Sgb), la ha richiamata in servizio: "la soluzione trovata -dice Sgb- le permetterà di continuare a lavorare, preservando le sue condizioni di salute". La 53enne, è un'ausiliaria socio-assistenziale. Cinque anni fa si è ammalata. Il sindacato aveva chiesto, in una lettera aperta, l'intervento di Papa Francesco. Don Ondei aveva espresso, a sua volta in una lettera aperta, "profondo dispiacere", sottolineando che la struttura aveva "sempre accolto" le richieste della signora Bruzzano e soprattutto che non si era trattato di un "licenziamento a causa del cancro".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. MI-Lorenteggio
  2. MI-Lorenteggio
  3. MI-Lorenteggio
  4. ANSA
  5. MilanLive

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Cerro al Lambro

FARMACIE DI TURNO

    Gioca con noi con le PINYPON

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...